HomeChi siamoAttualitaProgrammaCollezioniProgettiMostrePubblicazioni

P.I.P 2010 "Sul teatro delle marionette" - 200 anni di Heinrich Von Kleist

 

 

 

La ricerca è nata dalla domanda " Che cosa c'è di interessante per i burattinai d ´oggi nel saggio di Kleist di duecento anni fa "Über das Marionettentheater" ?. Che ispirazione possono ottenere dalle riflessioni filosofiche dell ´amenità e la grazie e l ´effetto distruttivo della conscienza?
Complesse delle teme grazie, gravità di movimento, pendolo e perfezione sono stati esaminati con mezzi semplici d ´interpretazione (carta, sassi, forbici, fili). Nuclei del saggio sono stati opposti alle figure più complesse a fili. Si è dedicato tempo per ricerche e discussioni, per distruzione, interpretazione e neo - costruzione.

Ad ogni partecipante è stato richiesto di costruire una figura particolare per questo progetto: una figura teatrale ispirata a Kleist. In questo modo sono state presentate figure totalmente diverse, esteticamente e tecnicamente complesse , sviluppate durante il progetto. Ci sono stati livelli molto differenti d´astrazione, dalla figura manipolata direttamente a mano, a fili, alla marionetta a bastone, alle realizzazioni più complesse.
Una seconda parte del progetto è stata costituita dalle marionette di carta di Frank Soehnle. Per questo sono state realizzate otto figure con carta spiegazzata e colla d´ ossa, parzialmente manipolate da più persone con lunghi fili provenienti del soffitto.

Si sono presentate improvvisazioni dopo la lettura dei testi di Kleist, scene a volte sensibilmente aderenti al testo, altre volte al testo solo ispirate. In una sequenza di coreografie, passaggi di testi parlati e scritti abbiamo potuto assistere come prodotto finito ad un collage di 60 minuti all ´inaugurazione del festival Incanti.
Otto giovani burattinai d´Italia, Inghilterra, Germania e Francia hanno dimostrato coll' aiuto della musicista Kathy Kim, l´assistenza artistica di Guilermo Pivari e la regia di Frank Soehnle, il loro particolare caleidoscopico Kleist, che non s´è esaurito nel re-capitare del testo. Piuttosto si è trovata una modalità moderna del teatro di marionette nell' avvicinarsi a un testo storico, il cui nucleo descrive anche oggi il centro dell ´animazione di figure del teatro.

20 giorni di lavoro su Kleist a Torino sono stati per tutti i partecipanti una mirabile opportunità per approfondire le proprie conoscenze delle marionette. E' stato ancor di più, un tempo di valorizzazione delle ricerche su Kleist e il suo lavoro teatrale.
L' eccellente dinamica del gruppo ha rappresentato un'ulteriore grande fortuna: così questi 20 giorni sono diventati un prezioso incontro d´arte e d´uomini.

P.I.P 2010 ha offerto a giovani artisti la rara opportunità di realizzare - senza pressione economica e di tempo - un´ulteriore formazione professionale di alto livello e di collezionare esperienze che plasmeranno il loro sviluppo futuro.

L´esecuzione dei progetti P.I.P. non offre soltanto un contributo importante nella formazione e superformazione di giovani marionettisti in Europa: fa di Torino un luogo importante del teatro figura europeo, un luogo in cui possono incontrarsi la ricerca e la promozione d´una delle forme più vecchie e nello stesso tempo più moderne del teatro.

 

intorno